Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

Centro Arte Cavalese: un anno denso di eventi

Conclusasi la mostra dedicata allo scultore valligiano Marco Nones ed al suo utilizzo dei materiali reperiti in natura, quali lane, radici, cortecce, terre e prodotti delle api, assemblati con il rispetto e l’originalità che caratterizza il suo personalissimo linguaggio, il Museo Centro d’Arte Contemporanea ha inaugurato lo scorso primo d’Aprile la prima mostra del 2017: il BOX D’ARTE AVISIO,  un contenitore espositivo a cadenza annuale dedicato alla presentazione degli artisti operanti sul territorio delle Valli dell’Avisio: Fassa Fiemme e Cembra.

In ciascuno di questi appuntamenti sono presentate  le opere di due o più artisti tra i più  rappresentativi delle tendenze dell’arte sul territorio locale, cosi che l’evento, possa dare un contributo allo sviluppo della produzione artistica e offrire  una panoramica  sullo “stato dell’arte” nelle nostre  valli.

In questa seconda edizione il box ospita le artiste Lara Steffe, scultrice di Moena  e Miriam Weber, pittrice di Predazzo. Figurativa, la prima e astratta, la seconda: due linguaggi densi di suggestioni e considerazioni nell’eterna querelle sulle intrinseche validità di due forme espressive da sempre ritenute opposte: chiara e comprensibile versus astrusa ed ermetica. E’ veramente così?
(apertura mostra dal 1 aprile al 7 maggio con orario: venerdì ore 21 - 23 sabato e domenica ore 15.30 - 19.30)

In seguito, in occasione della mostra “Legno: anima di Fiemme”, che verrà inaugurata a luglio presso il Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme, il Centro Arte Contemporanea di Cavalese vuole contribuire riflettendo sull’attuale valore del legno, materia che in passato ha rappresentato importante fonte di sostentamento e che artisticamente ha rivelato le caratteristiche e la cultura della gente di montagna. Il legno è ancora materiale identitario della gente alpina? La risposta a questa importante domanda sarà affidata a giovani studenti delle Accademie di Belle Arti, che, su invito, diventeranno protagonisti di una vera e propria indagine sul territorio.

Durante il periodo di piena estate è in programma la mostra: SUGGESTIONI TRA CULTURA MEDITERRANEA E CULTURA NORDICA, la quale, seguendo il metodo consueto della messa a confronto dialettico di due artisti in modo da esaltarne le peculiarità, per tramite di un esercizio percettivo che ora allontana ora accomuna i rispettivi linguaggi espressivi, presenta l’opera del pittore bolognese Omar Galliani assieme a quella dello scultore altoatesino Aaron Demetz, entrambi riconosciuti tra i più importanti artisti italiani contemporanei.

In autunno il Museo ospiterà le opere del 4° Concorso internazionale d’illustrazione per l’infanzia Notte di Fiaba di Riva del Garda con il tema ”SHERLOCK HOLMES”, personaggio scaturito dalla fantasia di Sir Arthur Conan Doyle. Mostra inizialmente ospitata presso il MAG (Museo Alto Garda) verrà successivamente presentata nelle sale del nostro museo di Cavalese.

Nell’ambito delle attività annuale, il Museo ha in programma per novembre la prima di una serie di iniziative volte all’approfondimento della tematica del rapporto tra architettura contemporanea e territorio, attraverso un progetto espositivo dedicato all’ARCHITETTURA DI MONTAGNA.

L’evento consisterà in una rassegna di materiali, fotografie, disegni, video, plastici di edifici dove il tema conduttore sarà la mutazione del paesaggio alpino inteso nell’accezione più ampia del termine e le tendenze attuali dell’architettura contemporanea di montagna.

 A conclusione di un anno denso di eventi artistici e culturali, nella consueta edizione delle mostre invernali con apertura dal periodo natalizio, nella programmazione è prevista una mostra dedicata al grande scultore altoatesino OTHMAR WINKLER la quale presenterà una serie di lavori visti nell’ottica delle contaminazioni del suo operare tra mondo nordico e mediterraneo, tra totalitarismi e dissidenza, durante il suo lungo percorso artistico ed umano negli anni sconvolgenti del novecento.

 Accanto alle proposte espositive il Centro Arte Contemporanea considera parte integrante del progetto 2017 anche le attività didattiche che, come ogni anno, si occupano dell’approfondimento e della divulgazione del linguaggio artistico contemporaneo. L’area educazione del Centro Arte Contemporanea ha l’intento principale di incoraggiare nei bambini e ragazzi la bellezza della scoperta e l’importanza della creazione in modo libero, autonomo e consapevole, attraverso il variegato linguaggio dell’arte, espressione autentica delle potenzialità umane.

Elio Vanzo
Direttore del Museo Centro d’Arte Contemporanea di Cavalese

MUSEO CENTRO ARTE CONTEMPORANEA CAVALESE
Piazzetta Rizzoli 1 - 38033 - Cavalese (TN)
Tel. +39.0462.235416

Fax +39.0462.248043
info@artecavalese.it
www.artecavalese.it